Featured Video Play Icon

CALDAIA A PELLET per due appartamenti

CALDAIA A PELLET per due appartamenti
Mareno di Piave (TV)

Sei un Padre di famiglia, proprietario di una casa degli anni 1980

e vuoi dividerla così da lasciare un piano tutto a tuo figlio ma non sai come riscaldarla?

Non immagini nemmeno quanto di queste situazioni siamo pieni nel Nord Italia, e forse anche nel resto della nostra bella penisola, e allora:

Cosa puoi fare, la tua famiglia e quella futura di tuo figlio o figlia?

————————————————————————————————————————

COSA HO DA DIRTI IN MERITO A QUESTO VIDEO?

 

Situazione iniziale “La Genesi” della CALDAIA A PELLET per due appartamenti

 

La Famiglia in questione ha un’abitazione di proprietà a Mareno di Piave (TV), e nel caso specifico,

in passato hanno installato due caldaie a gasolio che andavano a gestire due circuiti di riscaldamento in casa.

Nonostante questo spendevano una vera follia,

per essere sempre al freddo e pregare Dio che nessuna delle due caldaie finisse la storia della sua Vita.

Ma tu pensa se nel 2018 è mai possibile andare avanti in una abitazione con 2 caldaie a gasolio, incredibile ma vero.

 

tu immagini di avere 2 caldaie a gasolio in casa, gestione e costi ?

 

Per rendere la situazione ancora più impegnativa, considera che il buon A…….tra pochi mesi diventerà papà,

allora adesso prova ad immaginare la sua preoccupazione nel dover dare una casa calda a moglie e il futuro piccolo….

E’ vero che casi del genere ne ho visti pochi, ma ogni volta che mi capitano mi metto nei panni dei padroni di casa,

i quali avranno dato carta bianca al loro idraulico di fiducia

che molto spesso è l’idraulico di famiglia che si tramanda di generazione in generazione,

il quale non sempre consiglia al meglio le persone cercando la strada più comoda e meno impegnativa per se stesso.

 

Quindi cosa hanno fatto Padre e nonno?

 

Prima di arrivare da me, qual è stato il loro percorso?

Come ben si fa, mica vorrai acquistare un prodotto come questo così come bere un bicchier d’acqua vero?

Si tratta di una scelta importante quella di sostituire il vecchio modo di spendere soldi con ben due caldaie a gasolio

e andare verso il caldo e il risparmio energetico con la “soluzione Biomassaevolution” e la caldaia a pellet.

E meno male che questa famiglia si è presa il corretto tempo per ragionare,

iniziando ad informarsi in primavera e non in autunno o inverno con il problema urgente da risolvere.

 

Lascia che apra una parentesi circa questa cosa,

 

Immagina per un attimo di essere nella loro situazione ma in inverno e non in estate:

2 caldaie a gasolio –  figlio piccolo appena nato – freddo in casa – avanti e indietro con le taniche del gasolio – e magari  con la moglie che sta poco bene,

in tutta questa situazione come pensi di riuscire a fare una scelta lucida?

Una scelta senza essere spinto da eventi come quelli che stai vivendo?

Questo è uno dei motivi per cui è sempre importante iniziare ad addentrarsi nella biomassa

quando hai il tempo favorevole, oppure

oppure scegliere anche quando hai il fiato alla gola degli specialisti in questo settore,

che siano in grado di essere competenti e di fare i tuoi interessi.

 

 torniamo alla storia di A…..le sua famiglia e la caldaia a pellet per due appartamenti

 

Il percorso per la scelta della caldaia a pellet per due appartamenti

Il percorso che ha fatto questa famiglia te lo dico sinceramente lo approvo al 100%,

visto che si sono presi il tempo necessario per fare tutte le loro valutazioni

e alla fine hanno scelto il metodo biomassaevolution tra numerose proposte ricevute e studiate,

ecco in 5 punti il loro percorso per arrivare e scegliere il metodo biomassaevolution e il risparmio energetico:

 

  1.  Si sono fatti fare numerosi preventivi
  2. Hanno ricevuto proposte anche per la pompa di calore
  3. Hanno avuto prezzi e marche di tutti i tipi
  4. Hanno ricevuto risposte vaghe alle loro domande
  5. Sono andati di persona a vedere un lavoro fatto da noi

 

Lascia che te li spieghi in poche righe, rimani incollato sono sicuro che ti potranno servire

 

1 “si sono fatti fare numerosi preventivi”:

 

e’ vero, questa famiglia prima di scegliere la caldaia a pellet per due appartamenti hanno avuto tutto il tempo per farlo,

da loro si sono presentati; idraulici del paese e non, venditori porta a porta, venditori e aziende trovate in internet,

sono andati anche di persona in fiere locali, fiere specializzate

e in negozi con punti vendita di Caldaie a pellet e caldaie a legna,

insomma quando mi hanno contattato

posso dire che ne sapevano più loro di caldaie a pellet che io (ovviamente scherzo, ma più di altri tecnici senz’altro)

 

2 ” hanno ricevuto proposte anche per pompe di calore”:

 

lo scrivo perchè anche io da tempo ho iniziato a valutare la specializzazione per questo prodotto,

ma trovarmi in questa circostanza, con una casa del genere (con tutto rispetto per la casa, qui parlo di caratteristiche)

e sentirmi dire che un “super esperto” ha proposto la pompa di calore,

mi sono cadute le braccia,

e meno male che A….e suo padre hanno capito bene che la pompa di calore per quanto potesse essere magica,

non sarebbe mai, mai, mai riuscita a risolvere il loro problema e dare il caldo sperato

 

3 ” hanno avuto prezzi e marche di caldaie di tutti i tipi”

 

Questa è una delle cose che crea maggiore confusione nella mente di chi come te stà cercando la soluzione ideale.

Anche nel loro caso la troppa informazione stava iniziando a farli desistere dalla biomassa,

ogni persona che si è presentata in casa,

aveva più o meno poca professionalità in quanto

i prezzi delle caldaie partivano dai 7.200,00 € fino ad arrivare a 24.000,00 €,

ma non solo, ognuno aveva un loro modo di interpretare il lavoro,

capirai che razza di confusione sulla scelta della caldaia per due appartamenti

 

4 ” hanno ricevuto risposte vaghe alle loro domande”

 

Qui potrei scriverti una milionata di frasi ed esperienze realmente accadute, e qui a volte mi arrabbio,

manca la solita cosa, la specializzazione, da perte di tutti gli addetti ai lavori,

mancano le risposte corrette, e cosa ancor più importante che ci fosse un solo referente,

ecco la fotografia:

  • chi vendeva era un’azienda
  • mentre chi installava era un’altra azienda
  • la prima accensione altra persona e pagamento
  • chi faceva le pratiche per i contributi un’altra ancora
  • chi cura l’assistenza ancora un’altra
  • chi rilasciava la conformità dell’impianto era un’altro personaggio
  • chi diceva canna fumaria da intubare chi diceva non serve
  • chi parlava bene del conto termico 2.0 e chi lo sconsigliava vivamente

e anche qui la lista della spesa potrebbe essere molto lunga

 

5 ” sono andati di persona a vedere un lavoro fatto da noi”

 

Si hai capito bene, loro si sono guardati i miei video, non so quanti in realtà,

tra i quali hanno visto un loro conoscente in uno dei video postati in You tube,

e cosa hanno fatto?

sono andati a trovarlo per vedere e toccare con mano la qualità del lavoro,

la professionalità degli installatori e la corretta scelta dei contributi,

insomma si sono presi la briga di toccare con mano tutto, il risultato?

questo è stato un fattore importante che ha determinato la loro scelta

 

Entra con me nel vivo del programma Biomassaevolution

 

In breve ti spiego cosa è stato fatto a casa di A  e come siamo arrivati alla scelta

della caldaia a pellet per due appartamenti, i loro appartamenti,

Dopo una prima analisi finanziaria e tecnica

il modo migliore per risolvere il loro problema di come riscaldare casa con la caldaia a pellet di tipo autopulente,

potevamo anche eseguire lo stesso lavoro con una caldaia a legna a fiamma inversa,

gli spazi c’erano ma come ben sai

la caldaia a pellet autopulente in classe 5 necessità di molto meno lavoro rispetto ad una caldaia a legna a fiamma inversa,

quindi una volta presa la scelta per questo intervento importante per risolvere il loro problema,

ecco in 5 punti la breve descrizione delle lavorazioni fatte :

  1. abbiamo tolto tutto il vecchio sistema di riscaldamento e le vecchie caldaie a gasolio inquinanti
  2. abbiamo intubato la canna fumaria con prodotti certificati e a norma
  3. abbiamo sostituito le vecchie pompe e inserito pompe in classe A modulanti
  4. abbiamo installato 4 pannelli solari termici per l’acqua calda e integrazione al riscaldamento
  5. abbiamo installato un bollitore bivalente per integrare caldaia a pellet e pannelli solari termici

 

c’è dell’altro oltre alle lavorazioni fisiche?

se ti stai chiedendo se il programma biomassaevolution prevede il pacchetto chiavi in mano, la risposta è SI

Dalla A alla Z:

  1. dal primo sopralluogo
  2. alla progettazione impianto
  3. alla burocrazia per i contributi esistenti
  4. comunicazione al GSE e il conto energia termico
  5. prima accensione compresa
  6. dichiarazione di conformità
  7. unici referenti ora e per sempre anche per i controlli annuali

 

Questo ed altro ancora dentro il programma Biomassaevolution

 

“Programma Biomassaevolution, chiavi in mano punto e basta”

 

Ci tenevo a raccontarti un pò di come anche questa situazione è stata risolta,

e tra qualche mese andrò a vedere come stanno e ad assicurarmi che il contributo del conto energia termico

sia arrivato puntuale in base ai tempi del GSE

 

ora basta ti ho stufato e ti saluto

Sono giunto alla fine di questo articolo,

se vuoi conoscere anche tu il programma “Biomassaevolution” per casa tua scrivimi,

Un Abbraccio da Ugo De Stefani

 

Scrivimi qui la tua richiesta

 

 

 

 

 

Condiv.

I commenti di Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *